WANDA NARA QUERELA E DIFFIDA IVANA ICARDI: "NON USARE IL MIO NOME E QUELLO DELLA MIA FAMIGLIA"


La famiglia Icardi è sempre al centro di accese polemiche, soprattutto quelle riguardanti il rapporto burrascoso tra Ivana e Mauro.

Ieri, durante la puntata in prime time del GF16, Ivana Icardi è tornata sull'argomento. Ha parlato del fratello e poi si è scagliata contro la cognata Wanda Nara.

Ivana Icardi attacca Wanda Nara: "Se fosse stato un macellaio non lo avrebbe guardato."

L'attacco a Wanda: "Io non mi sono messa con un ragazzo più giovane di sette anni, cercando di cambiarlo. Se fosse stato un macellaio, non ci si sarebbe messa. Non voglio un euro da mio fratello, ma il suo amore. Wanda Nara mette continuamente legna sul fuoco..."

Ivana lamenta il fatto che il fratello non aiuti economicamente i genitori: "Aiutava quando i miei genitori erano assieme. Lui non aveva tutti quei soldi che ha ora. Il rapporto con la mia famiglia era diverso. Nessuno gli chiede soldi, ma mia mamma non riceve una telefonata. Vorrei che mia mamma smettesse di lavorare in una lavanderia."


La risposta di Wanda Nara su Instagram: "Non usare il mio nome e quello della mia famiglia." (FOTO)

Oggi su Instagram Wanda Nara, attraverso un comunicato sul suo profilo Instagram, ha annunciato di prendere i dovuti provvedimenti legali nei confronti della cognata: "A seguito dell'ennesimo ingiustificato attacco televisivo nel corso del programma "GFVip", sulla quale si riserva ogni azione la Signora Nara Wanda ritiene opportuno comunicare che, nei mesi scorsi ha querelato la Sig.ra Icardi Ivana per diffamazione, atteso che le diverse interviste rilasciate ed i numerosi post pubblicati sui propri profili social nell'ultimo periodo apparivano gravemente lesivi del suo onore e della sua reputazione". 

E aggiunge: "Inoltre, alla luce delle modalità con le quali la predetta continua a strumentalizzare questa vicenda, valuterà ogni opportuna ed ulteriore azione per accertare se nei comportamenti della medesima siano ravvisabili più gravi fattispecie di reato. Infine, diffida la Sig.ra Icardi Ivana a non utilizzare il nome e l'immagine sua e della sua famiglia per ottenere visibilità, notorietà mediatica e vantaggi economici, invitandoLa - al contrario - a puntare esclusivamente sulle proprie capacità professionali".




Nessun commento

Powered by Blogger.